Vai ai contenuti.

LABLITA

Sezioni
Strumenti personali
Sei qui: Portale » Pubblicazioni » Corpus di italiano parlato. Introduzione.
 

Corpus di italiano parlato. Introduzione.

Cresti Emanuela elicresti@unifi.it


Corpus di italiano parlato. Introduzione.
"Corpus di italiano parlato" è composto da due volumi e un CD che presentano un campione di lingua italiana parlata insieme ad approfondita discussione teorica sui caratteri linguistici specifici del parlato
Il primo volume introduce alle nozioni linguistiche necessarie allo studio del parlato, con particolare ruardo all’intonazione, e presenta sinteticamente l’approccio alla lingua parlata di Emanuela Cresti demoninato "Teoria della Lingua in Atto".
Il secondo volume è un campionamento di circa 50.000 parole, che si presta ad esemplificare le tipologie più significative dell’orale, scelti dal più ampio "Corpus dell’Italiano parlato" del Laboratorio linguistico del Dipartimento di italianistica (LABLITA).
Il CD contiene la trascrizione dei testi in vari formati elettronici computabili (Word©Microsoft.Corp e DBT©CNR) ed alcuni testi presentati in formato multimediali (testo/suono/analisi acustica) attraverso il software Winpitch (© Philippe Martin,1995)
"Corpus di itraliano parlato è frutto di un progetto bilaterale ITALIA/FRANCIA GALILEO tra il GARS di Aix en Provance e il Dipartimento di Italianistica dell’Università di Firenze e è stato pubblicato in parallelo a due opere comparabili, francese e portoghese "Blanche-Benveniste C., Rouget C., Sabio F. (eds) Choix de textes de français parlé, Champion Paris 2002", "Bacelar do Nascimento (ed.) Português falado, Variedades Geogràficas e Sociais, Instituto Camoens, 2001".
Accademia della Crusca, Firenze

2000

Table of Contents
INDICE
Prefazione p. 7
Introduzione 9
Capitolo I. I CORPORA DI PARLATO » 13
1. Corpora di italiano parlato » 13
2. Il panorama romanzo » 14
3. Il panorama anglo-sassone » 15
4. I corpora di altre lingue » 16
5. I corpora di LABLITA » 16
6. Rilievo scientifico ed epistemologico dei corpora di parlato » 20
Capitolo II. LA STRUTTURA DEL CORPUS LABLITA E IL CAMPIONAMENTO » 23
1. Il corpus di parlato spontaneo LABLITA » 23
2. Un confronto con il LIP » 27
3. Osservazioni sulla classificazione del corpus » 29
4. Il campionamento » 31
Capitolo III. IL FORMATO DI TRASCRIZIONE CHAT » 35
1. Architettura del formato » 35
2. Per la trascrizione dell'intonazione » 37
Capitolo IV. LA TEORIA DELLA LINGUA IN ATTO » 41
1. L'enunciato » 41
2. Carattere affettivo del parlato » 43
3. Un esempio concreto » 45
4. Il criterio illocutivo » 46
5. L'intonazione » 47
6. Il modello intonativo » 48
7. Il ruolo dell'intonazione » 52
8. Carattere autonomo degli enunciati » 57
9. La demarcazione intonativa degli enunciati » 61
Capitolo V. L'ARTICOLAZIONE DELL'INFORMAZIONE p. 63
1. Ipotesi sulla scansione intonativa » 63
2. La scansione interna dell'enunciato » 64
3. L'articolazione informativa dell'enunciato » 67
4. Caratteri del pattern informativo » 71
Capitolo VI. IL COMMENT » 77
1. Alcune premesse » 77
2. Il punto di vista » 78
3. Definizione di Comment » 81
4. Quando al compimento di un'illocuzione non corrisponde un profilo tonale dedicato » 82
5. La classificazione dell'illocuzione » 84
5.1. Contenuti attitudinali dell'illocuzione » 86
5.2. Il repertorio delle illocuzioni » 88
5.3. I tratti definitori dell'illocuzione » 88
5.4. Frequenze relative delle illocuzioni nel corpus » 91
6. Le illocuzioni naturali e i profili tonali dedicati » 92
6.1. Il repertorio dei profili illocutivi dell'italiano » 92
6.2. La voce delle emozioni » 101
7. Caratteri di classe lessicale e sintagmatica dei Comment » 103
7.1. Compatibilità tra espressioni in comment e l'illocuzione » 112
Capitolo VII. LE UNITÀ INFORMATIVE DIPENDENTI » 117
1. ll Topic » 117
1.1. Definizione del Topic » 117
1.2. L’unità tonale di topic » 119
1.3. Alcune caratteristiche del Topic » 120
1.4. Topic e soggetto » 121
1.5. Un esempio » 123
1.6. I caratteri lessicali e sintagmatici del Topic » 126
2. Le Appendici » 131
2.1. Definizione di Appendice » 131
2.2. Caratteri intonativi delle Appendici » 133
2.3. Alcune caratteristiche linguistiche dell'Appendice » 133
3. Gli ausilii dialogici » 137
3.1. Gli Incipit » 138
3.2. I Fatici » 139
3.3. Gli Allocutivi » 140
3.4. I Conativi p. 142
4. Gli Incisi » 143
5. Gli Introduttori locutivi » 145
6. Quando viene meno la corrispondenza tra unità d'informazione e unità tonale » 147
6.1. L'unità di informazione scandita da più unità tonali » 148
6.2. I Comment multipli » 149
6.3. La stanza » 159
6.4. Il ritmo » 161
7. Il parlato spontaneo » 163
Capitolo VIII. MACROSINTASSI E ARTICOLAZIONE DELL’INFORMAZIONE » 167
1. La sintassi della segmentazione » 167
2. La semplificazione sintattica » 173
3. La nostra proposta » 174
4. La macrosintassi » 176
4.1. Enunciati complessi privi di relazioni sintattiche interunità » 176
4.2. Accezioni del termine macrosintassi » 178
5. Il testo dell’enunciato complesso » 179
5.1. L’incidenza degli Ausilii dialogici, degli introduttori e degli Incisi nella costruzione dell’enunciato complesso » 180
5.2. Articolazione Topic-Comment » 182
5.3. Articolazione Comment-Appendice » 186
6. Le principali relazioni macrosintattiche » 190
6.1. Le relazioni macrosintattiche tra espressioni in Topic e Comment » 190
6.2. Le relazioni macrosintattiche tra espressioni in Comment e Appendice » 197
Capitolo IX. L’ IMPLEMENTAZIONE DELL'ARTICOLAZIONE INFORMATIVA NEL FORMATO CHAT » 205
1. La parola in un testo orale » 205
2. Alcuni casi di incerta trascrizione » 206
3. Fenomeni di esecuzione linguistica » 209
3.1. La falsa partenza o retracting » 210
3.2. L'interruzione e l'esitazione » 210
4. La frammentazione » 212
4.1. La frammentazione e il cambio di unità tonale » 212
4.2. La frammentazione e valore informativo » 214
4.3. Interruzioni di programma informativo e sospensioni intenzionali » 216
5. La trascrizione della citazione » 217
5.1. Il discorso diretto riportato » 217
5.2. Il metalinguaggio p. 220
6. Altri fenomeni oggetto di trascrizione » 221
6.1. Le pause e le focalizzazioni » 221
6.2. Le sovrapposizioni » 222
6.3. Riepilogo dei diacritici nella versione implementata CHAT » 224
Capitolo X. LE MISURE DEL PARLATO » 225
1. Introduzione » 225
2. Misure generali sull'insieme del campionamento » 227
2.1. Quantità di frammentazione » 227
2.2. Velocità e densità informativa » 229
2.3. Lunghezze medie delle unità superiori alla parola » 230
2.4. Percentuale della citazione sul totale degli enunciati » 232
3. Le misure disaggregate » 233
3.1. Misure disaggregate di frammentazione » 234
3.2. Misure disaggregate di velocità » 236
3.3. Misure disaggregate di lunghezza media del turno dialogico » 238
3.4. Misure disaggregate di lunghezza media dell'enunciato » 238
4. Alcune misure qualitative » 243
Conclusioni » 251
Bibliografia » 253
Indice » 277
 
 


Sviluppato con Plone

Questo sito è conforme ai seguenti standard: